I consigli sul tennis di mercoledì: Cecchinato non può sbagliare, Caruso prova l'impresa

Il tennis maschile, dopo l'ultimo atto del Masters 1000 di Shanghai conquistato da un Novak Djokovic, salito al 2°posto al mondo ai danni di Federer, ritorna in Europa con diverse tappe, tutte del World Tour 250 e sul cemento indoor. Un torneo si svolgerà nella Lotta Arena di Anversa (Belgio), che nelle precedenti due edizioni ha visto trionfare solo francesi: Gasquet nel 2016 e Tsonga nel 2017 sempre in finale contro Schwartzman che quest'anno ha deciso di riprovarci. Occhi puntati anche in Svezia, nella capitale Stoccolma, dove però a essere bicampione in carica è l'argentino Del Potro che sicuramente dovrà passare il testimone a qualcun'altro a causa della sua assenza. Nella lista dei principali favoriti c'è anche l'azzurro Fabio Fognini, che partirà da 2°testa di serie dopo una fantastica stagione.

Per ultimo ci spostiamo a Mosca, dove è in programma la "Kremlin Cup" che nel 2012 fu addirittura vinta dall'italiano Seppi, presente nel tabellone principale insieme agli altri azzurri Berrettini e Cecchinato, testa di serie n°1. In campo femminile comincerà il corrispettivo torneo russo che dal 2009 è inserito nel circuito Premier e che quest'anno accoglierà la maggior parte delle migliori tenniste del mondo. Non ci sarà Camila Giorgi che ha preferito partecipare all'International di Lussemburgo, dopo il grande successo sul cemento austriaco di Linz, il secondo titolo della sua carriera che l'ha proiettata al suo best ranking di sempre (28°posto Wta).

I consigli per le scommesse di mercoledì

Ecco i nostri consigli quotidiani. Abbiamo anche molte altre opzioni e incontri su cui puntare.

Le migliori partite di mercoledì

Cecchinato vs Mannarino

Il tennis italiano sta vivendo una stagione da favola, contribuita dall'improvvisa esplosione di Marco Cecchinato. Partito a inizio anno con poche pretese dalla posizione n°109 Atp è riuscito attraverso i primi titoli in carriera (Budapest e Umago) e storici risultati (semifinale nell'Open di Parigi) a entrare nella top 20 del mondo, per la precisione fissando il proprio best raking al 19°posto. Grazie a questa incredibile ascesa, per la prima volta dopo 40 anni, due tennisti italiani figurano in contemporanea tra i primi 20 del pianeta. Prima di Cecchinato e Fabio Fognini (n° 14), furono Corrado Barazzutti (n° 16) e Adriano Panatta (n° 19) gli ultimi a realizzare tale impresa tra il maggio e il giugno del 1979. Il movimento azzurro sembra avere un futuro radioso anche grazie alla crescita di Berrettini e alla rinascita di Camila Giorgi, appena vincitrice del 2°titolo personale a Linz (Austria).

Il 2018 però non è ancora terminato, ci sono ancora diverse occasioni per confermare questo grande progresso. In particolare Cecchinato, dopo un ottimo Masters di Shanghai, prenderà parte al torneo di Mosca per la prima volta in carriera da principale testa di serie. Con questa qualifica ha saltato di diritto il primo turno e affronterà in quello successivo Mannarino, reduce dal faticoso successo per 2-1 su Karlovskiy, n°218 del mondo! Il francese inoltre arriva da una striscia negativa di 5 sconfitte al primo turno, tra cui quella di Tokyo dove si presentava da campione in carica. L'ultimo debutto vincente, prima di questo russo, risale proprio al successo contro Cecchinato a Cincinnati, un 2-1 tiratissimo dopo doppio tie-break. Anche se il cemento dovrebbe favorire Mannarino, come mostrano le quote iniziali, l'azzurro sembra in grado di prendersi la meritata rivincita.

Bertens vs Sasnovich

Nel corrispettivo torneo femminile di Mosca è in programma l'interessante confronto tra la favorita Bertens e la possibile outsider Sasnovich. La prima arriva dal passo falso agli ottavi di Linz, ma prima aveva sbancato i cementi di Seoul (Corea del Sud) e Cincinnati (Usa) vincendo il 2°e 3°titolo della sua positiva stagione che l'ha portato fino al suo best ranking in carriera, in 10°posizione Wta. La seconda arriva dal semplice successo al primo turno sulla Buzarnescu, ma a gennaio è stata protagonista del trionfo a Brisbane dopo tre anni di digiuno e nei mesi seguenti di ottime prestazioni in tutti i Grandi Slam, dove ha superato o almeno eguagliato i suoi migliori risultati (su tutti gli ottavi di finale a Wimbledon).

La 27enne olandese si è fermata ai quarti sull'erba di Londra, mentre a Parigi al terzo turno ma dopo aver demolito nella partita precedente proprio la Sasnovich con un secco 2-0. Questo è stato l'ultimo dei tre precedenti tra queste tenniste, che nel 2017 ha visto vincere la bielorussa in un incontro di Fed Cup e nel 2015 in un torneo minore era stata la Bertens ad aprire la serie. Quest'ultima è la 4°testa di serie nel tabellone e sulla carta è superiore all'avversaria, che potrebbe ridurre le dimensioni di una possibile sconfitta ma difficilmente evitare l'eliminazione.

Bhambry vs Caruso

Per non farci mancare niente ci spostiamo al torneo di Anversa, dove tra i ripescati nel tabellone principale come lucky loser troviamo l'italiano Salvatore Caruso. Il 26enne siciliano, che aveva perso 2-1 contro Granollers, esordirà sul cemento belga al primo turno contro l'indiano Bhambry, n°100 del mondo. Un incontro inedito tra due giocatori coetanei di basso livello ma comunque importante per l'azzurro, che proverà a onorare il tricolore in questo torneo anche se la classifica lo condanna a un misero 167°posto.

Da pochi giorni Caruso è riuscito a vincere il primo titolo Challenger in singolare sulla terra rossa di Como, ma a inizio stagione partecipò anche per la prima volta a uno Slam, l'Australian Open perdendo in rimonta al primo turno. In questo contesto però sembra più favorito Bhambry, che sul cemento ha conquistato 3 dei suoi 4 Challenger in carriera, oltre ad aver accumulato risultati dignitosi in palcoscenici più importanti. Per questa partita ci spiace ma vediamo favorito l'indiano che, se dovesse battere Caruso, avrebbe un altro impegno abbordabile contro Ivashka, arrivato dalle qualificazioni ma vincente al primo turno contro Haase (8°testa di serie). La strada quindi potrebbe portarlo fino ai quarti di finale, dove però dovrebbe arrivare Edmund per interrompere i sogni di gloria.

Matteo Sfolcini
@BetStarsit in Tennis