Germania-Svezia: i campioni in carica non possono più sbagliare

Fallito l'esordio contro il Messico, la squadra di Low non può più permettersi passi falsi se vuole evitare una storica eliminazione al primo turno

I tedeschi scenderanno in campo a Sochi con il dovere di riscattarsi dalla brutta e molto criticata prestazione con il Tricolor. La maledizione degli ottavi di finale per i campioni in carica (Italia e Spagna fuori ai gironi dopo aver alzato la coppa) potrebbe colpire ancora.

La Svezia, giustiziere dell'Italia nei playoff, è partita infatti col piede giusto in questi Mondiali, superando 1-0 con irrisoria facilità la Corea del Sud, che si candida a matricola di questo gruppo.

Germania-Svezia: Consigli Scommesse

La partita nel dettaglio

La Germania è arrivata in Russia da campione in carica dopo il meritato successo nella scorsa edizione brasiliana. Da anni la nazionale tedesca, guidata dal maestro Joachim Low, è al vertice del calcio mondiale: il tecnico tedesco, vice di Klinsmann nella spedizione casalinga del 2006, ha infatti all'attivo il terzo posto del 2010 e la vittoria del 2014, oltre alle due semifinali europee. La Germania grazie a tutti questi risultati guida il raking FIFA e anche dopo l'inaspettata sconfitto contro il Messico, è sempre la squadra da battere. Dopo il percorso netto nelle qualificazioni (30 punti in 10 partite con 43 reti segnate e appena 4 subite!) ha faticato molto nelle amichevoli pre-Mondiale facendo già intravedere alcune difficoltà che si sono presentate all'esordio in Russia.

La partita contro la Svezia, al 24°posto nel ranking FIFA, diventa così già decisiva per la qualificazione agli ottavi di finale. Senza il totem Ibrahimovic, gli scandinavi sono tornati al Mondiale dopo otto anni attraverso l'incredibile playoff contro l'Italia. In Russia sulla carta avevano poche possibilità di sperare in un passaggio del turno ma dopo la convincente vittoria sulla Corea del Sud, gli scenari si sono stravolti. La fisica formazione di Andersson ha confermato ancora una volta la grande solidità difensiva, l'aspetto chiave del gioco svedese. Nei 14 precedenti contro la Germania, la prima e unica vittoria della Svezia risale agli anni '60, più precisamente nella semifinale dei Mondiali casalinghi del 1958, poi persi in finale contro il Brasile. Quella medaglia d'argento di 60 anni fa è stato il miglior risultato della sua storia, che proverà a riscrivere sabato sera all'Olympic Stadium di Sochi.

Chi segnerà per primo?

Nell'esordio contro il Messico, non si è salvato nessuno del reparto offensivo tedesco che però dovrebbe essere riconfermato da Low con gli stessi interpreti. Il centravanti titolare dovrebbe essere ancora il giovane Werner che nella prima partita ha sofferto molto la pressione di una maglia pesante. Il centravanti del Lipsia però ha subito l'occasione di ripagare la fiducia del suo tecnico che credo molto nella sua esplosione. In effetti il talento classe '96 ha messo a segno già 7 reti in 14 presenze nella nazionale maggiore e da due anni sta incantando in Bundesliga.

La principale minaccia della Svezia potrebbe essere proprio il suo compagno del Lipsia, Forsberg. L'esterno sinistro è la stella di questa squadra che si rende pericolosa grazie ai suoi calci piazzati ma anche alle sue qualità in versione di uomo-assist. Il gol non è il suo forte ma attenzione perchè giocando da anni in Germania conosce i punti deboli dei suoi avversari. Attenzione anche al centrale Granqvist, vecchia conoscenza italiana e capitano di questa nazionale già decisivo con il rigore della vittoria al debutto contro la Corea del Sud.

Chi segnerà durante la partita?

La Germania sulla carta ha tantissime alternative per colpire la Svezia, che però potrebbe mostrare tutti i limiti dell'attacco tedesco. Draxler, Ozil e Muller sono stati tutti bocciati con il Messico ma dovrebbero essere di nuovo confermati, con il grande assente Reus che finirà ancora in panchina. Nella Svezia occhio alla coppia di giganti Toivonen-Berg che non segna molto ma sulle palle alte sono molto pericolosi.

Dove si vincerà o perderà la partita?

La Germania tenterà di sbloccare subito la sfida, e partirà sicuramente all'attacco per aggredire gli svedesi: i dati ci mostrano infatti come le maggiori occasioni di pericolo della Germania, si trovano a cavallo tra la fine del primo tempo e l'inizio del secondo, la fase di gioco in cui la difesa scandinava concede di più. I tedeschi poi potranno chiudure la sfida alla distanza, quando aumenteranno gli spazi lasciati dai contropiedi della Svezia.

La formazione di Andersson però potrebbe trovare comunque la rete della speranza, visto che la difesa tedesca contro il Messico è stata irriconoscibile e a tratti imbarazzante per una squadra di questo livello. La Germania prima di tutto dovrà cambiare l'approcio e l'atteggiamento a questa partita, anche perchè in campo ci si aspetta una vera battaglia.

Matteo Sfolcini
@BetStarsit in Campionati Mondiali