Francia-Belgio: i transalpini per confermare i pronostici, i Diavoli Rossi per sognare

Francia-Belgio: presentazione della partita e previsioni

Siamo ormai arrivati alle semifinali dei Mondiali di Russia 2018: nella prima si sfideranno la Francia di Mbappé e il Belgio di Hazard. Calcio d'inizio fissato per le ore 20 di martedì 10 luglio, in quello che è un autentico derby.

La tensione è ormai alle stelle per i Mondiali di Russia 2018, che sono arrivati alle fasi conclusive: martedì alle ore 20 inizieranno le semifinali, che vedranno Francia e Belgio affrontarsi in una sfida davvero imprevedibile, nella quale la tensione sarà altissima. I transalpini e i Diavoli Rossi sono infatti divisi da una rivalità pluriennale, e nessuna delle due nazionali vorrà uscire dalla rassegna per mano dell'altra. I francesi, dopo aver stentato nei gironi e fatto più fatica di quanto farebbero intendere i sette punti conquistati dopo aver battuto Perù e Australia e pareggiato contro la Danimarca, sono cresciuti in maniera esponenziale nella fase a eliminazione diretta: Mbappé ha demolito l'Argentina a suon di accelerazioni, mentre contro l'Uruguay l'intero collettivo ha brillato, riuscendo ad approfittare degli errori di Muslera e sbriciolando la retroguardia più forte dell'intero Mondiale. Con quel 2-0 la Francia ha conquistato le semifinali, che le mancavano dal 2006, quando centrò la finale e poi perse contro l'Italia: c'è un'altra affinità con quei Mondiali, dato che anche nel 2006 tutte e quattro le semifinaliste (e di conseguenza, le finaliste) erano europee.

La Francia è fiduciosa, ma di fronte ha una selezione decisamente temibile. Il Belgio è ricco di talenti, e contro il Brasile ha mostrato anche tanta attenzione difensiva, che è stata necessaria per resistere all'assedio finale della Seleçao: Roberto Martinez aveva insistito a lungo sul 3-4-2-1 con Mertens al fianco di Hazard nel duo alle spalle di Lukaku, ma dopo il disastro sfiorato contro il Giappone è tornato sui propri passi e ha ridisegnato la formazione. Spazio a Fellaini in mediana con Witsel, e De Bruyne avanzato al fianco di Hazard e alle spalle del numero 9: una mossa che ha distrutto la retroguardia del Brasile, dato che finalmente il fantasista del Manchester City è stato libero di creare e Hazard ha avuto un degno compagno di scorribande. I due hanno disputato un grande match, e ora vorranno trascinare il Belgio in finale: prima del torneo, Hazard aveva pronosticato il Belgio vincitore eliminando il Brasile ai quarti e la Francia in semi. Ha fatto centro con la prima previsione, vedremo se azzeccherà anche la seconda.

Francia-Belgio: Consigli scommesse

La partita nel dettaglio

La vittoria contro l'Uruguay ha dato ulteriore spinta a una Francia che ha un'età media molto bassa, ma gioca da grande squadra ed è cresciuta parecchio dopo la sconfitta in finale nell'Europeo casalingo del 2016: Griezmann è il leader silente dei transalpini, che possono schierare anche stelline come Mbappé e giocatori esperti come Giroud, ma soprattutto scegliere tra un parco-giocatori invidiabili, nel quale non sempre Matuidi è titolare. Deschamps ha schierato i suoi con un 4-2-3-1 che fa rendere tutti al meglio, e viene tramutato in 4-3-3 quando al posto di Matuidi c'è Tolisso: il vero giocatore chiave, anche più degli esterni offensivi, è però Kanté, che ruba palloni e gestisce i ritmi della squadra. Il centrocampista ex Leicester cresce di anno in anno, e sta disputando un Mondiale semplicemente mostruoso: proverà a guidare la Francia in finale, e magari alla vittoria del titolo.

L'assetto offensivo della Francia viene equilibrato proprio da Mbappé, mentre il Belgio ha un atteggiamento anarchico e organizzato al tempo stesso: Martinez, imbattuto dalla sconfitta contro la Spagna nella prima amichevole della sua gestione, ha dovuto adattare le proprie idee tattiche allo strepitoso organico che si ritrova a disposizione, e ha optato per un 3-4-2-1 che gli consente di schierare tantissime stelle. In attacco c'è Lukaku, supportato da Hazard e De Bruyne, con Meunier-Chadli sulle fasce della mediana e Witsel-Fellaini a proteggere una retroguardia composta da Alderweireld, Vertonghen e Kompany. Il Belgio costruisce molto, ma regala anche moltissime chances agli avversari: questo potrebbe essere uno dei fattori chiave del match, anche se Courtois è molto bravo a salvare i suoi.

Che gara ci aspettiamo? Sicuramente la Francia partirà forte per indirizzare la sfida sin da subito, mentre il Belgio dovrebbe uscire alla distanza: questa semifinale può finire ai supplementari.

Chi segnerà per primo?

Sin qui non ha disputato un grande Mondiale, ma è il leader della Francia e sa accendersi al momento del bisogno: suggeriamo Antoine Griezmann come primo marcatore, e anche le quote ci danno ragione quotando la sua rete a 6.00.

Per il Belgio, invece, proponiamo una segnatura di Lukaku: si sta giocando con Kane il titolo di capocannoniere, e i compagni faranno di tutto per aiutarlo a segnare: le sue reti sono fondamentali per le sorti dei Diavoli Rossi. Una sua rete è quotata 5.50.

Chi segnerà durante la partita?

Oltre ai giocatori già citati, ci sono tantissimi elementi pericolosi. Nella Francia Mbappé potrebbe tornare alla rete ed essere nuovamente decisivo, ma tutti si aspettano un gol anche da Giroud, che sin qui ha lavorato molto nell'ombra. Per quel che riguarda il Belgio, invece, De Bruyne e Hazard sono in forma paurosa e potrebbero trovare il gol: il Belgio passerà dalle loro giocate e dai loro assist.

Dove si vincerà o perderà la partita?

La Francia ha mostrato una grande solidità durante questi Mondiali: Lloris ha subito poche reti, e contro l'Uruguay è stato chiamato in causa pochissime volte. La Francia proverà a difendersi con ordine e sfruttare l'enorme velocità dei suoi talenti nelle ripartenze, mentre il Belgio andrà all'assalto alla garibaldina come ormai ci ha abituato durante questi Mondiali: ci attendiamo un match estremamente divertente, nel quale nulla va dato per scontato ed è davvero difficile pronosticare la vincitrice.

Se osserviamo le tempistiche delle occasioni da gol create durante il torneo, notiamo come la Francia sia letale verso la fine del primo tempo: i ragazzi di Deschamps hanno spesso sbloccato i match in quella fase di gara, mentre tendono a soffrire dal 70' in poi, quando gli avversari lanciano il forcing decisivo per provare a ribaltare il risultato. Il Belgio, invece, parte forte e spesso segna subito, costruendo occasioni per tutto l'arco della partita: nel match contro il Brasile, le due squadre sono andate oltre le 25 occasioni complessive, e questa produzione offensiva sarà fondamentale per le sorti dei Diavoli Rossi. Il Belgio però concede anche molto: il suo periodo peggiore arriva in avvio di ripresa e nel finale di match, e la Francia proverà a sfruttarlo.