Analisi: quali giocatori inglesi sono stati tra i migliori interpreti del Mondiale?

In vista dei quarti di finale della Coppa del Mondo, abbiamo raccolto i dati StrataBet del torneo fino a questo momento per scoprire quali giocatori sono stati i più influenti in ogni area del campo, in particolare quelli dell'Inghilterra di Gareth Southgate

Per ogni posizione in campo nella formazione 5-3-2 dei Tre Leoni, abbiamo confrontato i cinque migliori giocatori di tutte le squadre che si sono qualificate per le fasi a eliminazione diretta in termini delle azioni da gol in cui sono stati coinvolti, misurate nell'arco dei 90 minuti.

Difensori centrali

Partendo dalla difesa centrale, John Stones ha aperto la strada con il suo impressionante contributo all'attacco inglese. L'abilità del giocatore del Man.City di impostare l'azione da dietro è spesso citata come la sua forza principale, ma ha dimostrato in questo Mondiale che dovrebbe essere rispettato anche nell'area di rigore dell'opposizione, visto la doppietta segnata al Panama.

Stones è avanti rispetto Marcos Rojo, rivale in Premier League con il Manchester United, come il difensore centrale con il più alto risultato offensivo in Russia. Il difensore inglese ha una percentuale dello 0,73, mentre quello argentino dello 0,65. L'eroe della nazionale svedese Andreas Granqvist, che i Tre Leoni dovranno affrontare nei quarti di finale di domani, completa il podio grazie ai due rigori realizzati nella fase a gruppi. Maguire, compagno di reparto di Stones, chiude la classifica al 5°posto.

Terzini sinistri

L'Inghilterra ha un altro giocatore leader nel ruolo di terzino sinistro. Ashley Young infatti, i cui passaggi hanno creato quasi mezza opportunità da gol previsti nei 90 minuti del torneo fino a oggi. Il veterano del Manchester United deve il suo istinto di attacco al suo precedente ruolo di ala (ai tempi dell'Aston Villa), e il secondo in classifica ha avuto una traiettoria di carriera simile.

Yannick Carrasco del Belgio giocava come esterno alto nella Liga (Atletico Madrid), ma viene schierato come terzino sinistro da Roberto Martinez, quindi non è stata una sorpresa vederlo in classifica accanto a Young, dato che entrambe le nazionali sono scese in campo contro avversari più deboli nel Gruppo G.

Terzini destri

Sulla corsia destra della difesa troviamo ancora una volta un giocatore dell'Inghilterra classificato tra le prime minacce offensive della Coppa del Mondo. La crescita di Kieran Trippier è avvenuta rapidamente in questa stagione, dopo essersi imposto come terzino destro di prima scelta del Tottenham e poi di nuovo in Inghilterra, con Southgate che ha avuto sufficiente fiducia in lui per spostare Kyle Walker ruolo di centrale. Questa coraggiosa mossa tattica ha avuto subito delle ottime risposte e Trippier è stato uno dei punti di attacco più preziosi dell'Inghilterra.

Questa volta però un giocatore del Belgio spinge il suo rivale inglese al secondo posto, con Thomas Meunier che crea ancora più occasioni andando avanti, mentre abbiamo ancora uno svedese in terza posizione. Fortunatamente per l'Inghilterra, Mikael Lustig salterà l'incontro dei quarti di finale per somma di ammonizioni.

Centrocampisti centrali

Con tutti i contributi provenienti dalla difesa inglese e come vedremo in seguito i numeri pazzeschi attribuiti a Harry Kane, ci deve essere un'area del campo dove la squadra di Southgate non domina. Mentre Jesse Lingard si classifica tra i migliori 10 centrocampisti centrali, non riesce però a farsi strada in una top five piena di stelle.

Anche in questa zona di campo abbiamo un giocatore del Belgio in cima alla lista, con Kevin De Bruyne diventato ormai una costante minaccia per gli avversari. La stella del Manchester City si distingue con Luka Modric del Real Madrid (secondo con 0,82) e con il fantasista del Tottenham, il danese Christian Eriksen, al quinto posto con uan percentuale dello 0,77.

Attaccanti

Abbiamo lasciato la migliore - e forse la meno sorprendente - intuizione per l'ultima classifica. Non è un caso che Kane stia conducendo la corsa per la Scarpa d'Oro visto l'incredibile rendimento che sta avendo in questo torneo, anche se ha realizzato 3 dei suoi 6 centri su calcio di rigore. Neymar, classificato al secondo posto, è stato di gran lunga il giocatore più impegnato ma con molta meno produzione di reti. Romelu Lukaku del Manchester United e del Belgio chiude il podio al 3°posto.

Gli ultimi due posti nella top 5 vanno entrambi all'Uruguay e al loro formidabile attacco composto da Luiz Suarez e Edinson Cavani. Questo sottolinea l'importanza dei due attaccanti non solo per segnare i gol ma anche per creare occasioni l'uno per l'altro (come in occasione del primo gol al Portogallo) mentre i loro compagni di squadra si concentrano sul fornire una solida copertura dietro di loro.