Benfica-Fenerbahçe: sfida dal grande prestigio nei preliminari di Champions League

Benfica-Fenerbahçe: presentazione della partita e previsioni

Le Aquile debuttano nei preliminari di Champions League, e sfidano un'altra big: il Fenerbahçe vive una fase complicata e sta facendo i conti coi debiti della vecchia gestione, ma resta temibile

Il Benfica dovrà partire dai preliminari per conquistare il consueto accesso alla fase a gironi della Champions League: il Porto ha spezzato l'egemonia dell'altra grande del calcio portoghese, infliggendole un sonoro +7 e costringendola a partire dal terzo turno preliminare della Champions League 2018-19. I preliminari trovano al via un Benfica profondamente rinnovato: le Aquile hanno pescato molto in Sudamerica, cambiando la loro rosa e presentandosi con un mix tra talenti affermati e giovani tutti da scoprire.

Il Fenerbahçe, invece, il grande cambio l'ha avuto nella sua presidenza: Ali Koc è diventato il nuovo patron, e ha iniziato a tagliare pian piano i costi di gestione di una polisportiva che si trovava vicina al fallimento. Il Fener, contrariamente al passato, non ha effettuato acquisti di grido, ma ha una rosa altamente competitiva e vogliosa di rivalsa: l'anno scorso uscì malamente nei preliminari di Europa League contro il Vardar Skopje, stavolta invece vuole conquistare la Champions.

Benfica-Fenerbahçe: Consigli Scommesse

[Quote aggiornate al momento della pubblicazione]

La partita nel dettaglio

Il Benfica ha disputato un buon pre-campionato, perdendo solo ai rigori contro Dortmund e Juventus nella ICC, ma è reduce dalla sconfitta contro il Lione nella Eusebio Cup (3-2). Rui Vitoria è stato confermato nonostante abbia perso il campionato, e si è ritrovato tra le mani una squadra profondamente rinnovata: sono arrivati gli attaccanti Nicolas Castillo e Facundo Ferreyra (ex Shakhtar), il portiere Vlachodimos (Panathinaikos), i difensori Conti (Colon) e Lema (Belgrano), e il centrocampista Ebuehi (ADO), e inoltre hanno trovato la prima squadra i giovani talenti Joao Felix, Yuri Ribeiro e Gedson Fernandes. In uscita, tanti addii con mete esotiche: Talisca è approdato al Guangzhou, Jonas e Carrillo in Arabia Saudita e Jimenez al Wolverhampton, ma la grande cessione è stata quella di Joao Carvalho, pagato 15mln dal Nottingham Forest. Il Benfica è atteso al calcio d'inizio con un 4-4-2: Vlachodimos in porta, difesa con André Almeida, Jardel, Conti, Yuri Ribeiro e Grimaldo, centrocampo con Salvio, Fejsa, Pizzi, Cervi e davanti Ferreyra e Castillo.

Come il Benfica, anche il Fenerbahçe debutta in questo turno, e la grande novità ce l'ha in panchina: il nuovo tecnico è Philip Cocu, che proverà a dare un'anima olandese alla grande turca. Il mercato ha portato come grande novità André Ayew (Swansea), ma il Fener ha perso Vincent Janssen e Neto, tornati per fine prestito a Tottenham e Zenit: la rosa dei gialloneri resta comunque di valore, e può fare molto male al Benfica. Cocu dovrebbe schierare i suoi con un 4-2-3-1: in porta Kameni, in difesa Isla, Skrtel, Neustadter e Kaldirim, mediana affidata a Topal e Tufan, con Dirar-Giuliano-Ayew a supportare Roberto Soldado.

Dove si vincerà e perderà la partita

Ci attende un match che vede il Benfica favorito, ma meno rispetto a quanto ci si potrebbe aspettare. Il Fenerbahçe proverà ad attaccare e mettere in difficoltà gli avversari, e vedremo se avrà assorbito i primi precetti tattici di Cocu, che nel suo PSV aveva sempre praticato un calcio bello e offensivo: il Fener può mettere in difficoltà la difesa lusitana, anche perchè il Benfica non è impermeabile dietro.

Dal canto suo, Rui Vitoria vorrà vincere subito all'andata e indirizzare la sfida: ci aspettiamo un Benfica accorto, che cercherà di non lasciare spazi agli avversari, ma anche di attaccare al momento giusto. Saranno i portoghesi a giocare maggiormente in contropiede, anche perchè la squadra è meno collaudata rispetto agli avversari.

Marco Corradi
@BetStarsit in Calcio