Arsenal-West Ham: Gunners a caccia dei primi punti

Arsenal-West Ham: presentazione della partita e previsioni

Informazioni sulla sfida

Quando si gioca? Sabato 25 agosto

Ora del calcio d'inizio? 16.00

Dove si gioca? Emirates Stadium

Su quale canale si può guardare? Sky Sport Football HD

Chi è l'arbitro? Graham Scott

Dopo quello perso con il Chelsea, c'è un altro derby per l'Arsenal che ospita il West Ham. Fischio d'inizio sabato 25 agosto alle ore 16.

E' iniziata in salita l'avventura di Unai Emery sulla panchina dell'Arsenal. Il tecnico spagnolo, chiamato a raccogliere la pesante eredità lasciata da Arsene Wenger, ha perso entrambi i big match contro Manchester City e Chelsea. Segnale che i Gunners non sono ancora pronti per i grandi appuntamenti, ma urge ripartire di slancio per abbandonare lo zero in classifica che per una squadra in lotta comunque per traguardi ambiziosi è abbastanza deprimente dopo 180 minuti.

Non sta meglio il West Ham, anch'esso rimasto al palo dopo le prime due giornate di Premier League. Assieme all'Arsenal stesso, all'Huddersfield e al neopromosso Fulham. Se la sconfitta all'esordio con il Liverpool era preventiabile, fa più male la battuta d'arresto interna con il Bournemouth fa più male, soprattutto per come è maturata. In vantaggio grazie a un rigore di Arnautovic, una delle poche luci in un inizio pieno di ombre, gli Hammers sono stati rimontati e superati nella ripresa in soli 6 minuti gettando alle ortiche una buona occasione per muovere la classifica.

Arsenal-West Ham: Consigli scommesse

Ecco i nostri consigli per le scommesse di questa sfida. Abbiamo anche molte altre opzioni su cui puntare.

[Quote aggiornate al momento della pubblicazione]

La partita nel dettaglio

Per questo derby diventato improvvisamente delicato, Emery appare intenzionato a fare qualche modifica nell'undici iniziale. Si dovrebbe vedere dal primo minuto l'ex sampdoriano Torreira e in attacco, con Aubameyang, dovrebbe partire Lacazette. Non più 4-2-3-1 ma un ancora più offensivo 4-2-2-2 con Cech tra i pali, Bellerin, Papastathopoulos, Mustafi e Monreal in difesa, Torreira e Ramsey sulla mediana, Mkhitaryan e Ozil a supporto delle due punte, che per la prima volta dovrebbero partire assieme dal primo minuto. Ancora ai box Koscielny, mentre per Kolasinac e il giovane Maitland-Niles si parla di ottobre per il rientro in campo.

Pellegrini è senza il faro del centrocampo Mark Noble, fermo per problemi alla schiena. Al suo posto è probabile il debutto da titolare dell'ex viola Sanchez nel centrocampo a tre con Rice e il grande ex Wilshere, mentre potrebbe trovare posto anche l'altro neoacquisto Perez nel tridente con Arnautovic e l'ex laziale Felipe Anderson. In difesa Zabaleta, Diop, Ogbonna e Masuaku. In porta il polacco Fabianski, anche lui una vecchia conoscenza dalle parti dell'Emirates Stadium per i 7 anni trascorsi nell'Arsenal. Altra bocciatura per Antonio, apparso evidentemente fuori forma in questo primo scorcio di stagione.

L'Arsenal ha sempre sconfitto il West Ham negli ultimi 3 appuntamenti interni, lo scorso aprile finì con un un largo 4-1, con doppietta di Lacazette.

Dove si vincerà e perderà la partita

Partiamo proprio dalla curiosità citata appena sopra. Lacazette, se schierato dal primo minuto con Aubameyang, darà maggiore peso a un attacco che saprebbe abbinare tecnica, velocità e senso del gol. Il quadrato con Ozil e Mkhitaryan potrebbe rivelarsi davvero magico, a patto che il resto della squadra sia in grado di supportare tanta grazia dalla cintola in su. In particolare i due centrocampisti dovranno sobbarcarsi una buona mole di lavoro. Non sembra un problema almeno per Ramsey, centrocampista universale capace di dare equilibrio e al tempo stesso di proporsi anche in zona goal.

Anche il West Ham ha sulla carta gli uomini in grado di poter infiammare la partita. Primo fra tutti Felipe Anderson, che conosciamo molto bene in Italia. Se in giornata sa essere devastante. Ilò problema è proprio quel "se". Il più affidabile di tutti negli ultimi metri sembra essere per il momento Arnautovic, uno dei pochi a salvarsi sia nell'ultima parte della scorsa stagione che in questo avvio da horror di Premier League, che potrebbe non essere terminato.

Marco Corradi
@BetStarsit in Calcio