Olympiakos-Olimpia Milano: l'Armani prova a rialzare la testa nell'inferno di Atene

Olympiakos-Olimpia Milano: presentazione della partita e previsioni

Dopo aver sfiorato l'impresa interna contro il Real Madrid, gli uomini di Pianigiani sono subiti attesi dalla complicata trasferta in Grecia che scriverà il primo bilancio di questa Eurolega

La situazione delle squadre

Dopo 5 vittorie di fila è arrivata la prima battuta d'arresto in stagione di Milano, che dopo aver messo alle corde il Real Madrid in un primo tempo pazzesco (dove va anche a +15), spreca tutto il vantaggio in un finale molto amaro. Il punteggio che lampeggia sul tabellone dice 85-91 per gli ospiti, un -6 che però non rende giustizia alla super prestazione dei padroni di casa, rimontati soltanto per alcuni errori e per le incredibile triple di Campazzo (migliore in campo con 21 punti e 7 rimbalzi). In casa Olimpia c'è grande rammarico per questo risultato, ma anche la consapevolezza che rispetto alla scorsa stagione qualcosa è cambiato, in particolare al Forum, facile terreno di conquista per quasi tutte le avversarie, da questo debutto trasformato in un campo difficile da espugnare anche per i campioni in carica. Il tecnico Pianigiani comunque può essere soddisfatto della prova di carattere e personalità dei suoi ragazzi, in particolare di James e Micov, autori di 21 e 20 punti a testa, ma il primo anche di scelte sbagliate nell'ultimo e decisivo periodo di gioco. Una dura lezione che servirà per la crescita di una gruppo dall'enorme potenziale, ma ancora in fase di costruzione e ricerca di una propria identità per raggiungere un livello superiore.

La strada intrapresa in questo inizio stagione sembra quella giusta e la prossima verifica è imminente, visto che venerdì sera l'Olimpia sarà già impegnata sul campo dell'Olympiakos, per un altro turno di Eurolega. Una trasferta che sarà completamente diversa dall'esordio di Podgorica (facile vittoria contro la matricola Buducnost), perchè da diversi anni i campioni di Grecia sono diventati una grande certezza in questo torneo. La corazzata di Blatt, ancora imbattuta in stagione, arriva da due importanti successi esterni contro Khimki (66-87) e Baskonia (80-85), costruiti con la solita difesa di ferro ma anche grazie all'apporto dei nuovi acquisti. Una squadra che con l'arrivo del nuovo coach, ultimo campione dell'Eurocup col Darussafaka, ha composto un roster a sua immagine e somiglianza che proverà a riscattare le recenti delusioni in Final Four. Per l'Olimpia, come dimostra anche il totale squilibrio nelle quote, sembra una missione impossibile andare a vincere in Grecia, evento che non accade da 4 anni e che si dovrebbe ripetere anche quest'anno, ma almeno dopo la partita col Real c'è più coraggio e fiducia di non partire già sconfitti.

Consigli scommesse

Matteo Sfolcini
@BetStarsit in Basket