Golden State-Cleveland: i Cavs ritornano alla Oracle Arena dopo lo spettacolo di gara-1

I campioni in carica, strafavoriti alla vigilia, hanno vinto il primo episodio della finale Nba soltanto ai supplementari anche grazie alla giocata suicida di J.R. Smith

La situazione delle squadre

Golden State e Cleveland per la quarta stagione di fila si giocheranno l'anello Nba. Il parziale è 2-1 a favore degli Warriors, che quest'anno sulla carta aveva tutti i favori dei pronositici per riconfermarsi campione. La finale più scontata degli ultimi 20 anni però ha preso una piega differente già in gara-1, con i Cavs che guidati da un Lebron James da leggenda (51 punti), più libero dalla marcatura dell'assente Igoudala, hanno subito sfiorato una clamorosa impresa alla Oracle Arena.

Il primo atto della serie ha regalato giocate spaziali, errori incredibili e scontri al limite che alzano di più l'attesa per la partita di domenica notte. Il Re ha sfornato un'altra mostruosa prestazione, giocando in pratica da solo contro tutto Golden State visto il minimo apporto dei suoi compagni, dove si è salvato soltanto il recuperato Kevin Love (doppia doppia da 21+13). La giocata simbolo della sfida è stata però quella di J.R. Smith che, recuperato un rimbalzo in attacco negli ultimi secondi, si è dimenticato del punteggio e convinto di essere in vantaggio ha perso tempo in attesa della sirena finale. La partita però era ancora in parità per tutto lo sconforto e la rabbia di LeBron James, che insieme ai Cavs è stato travolto nel supplementare. Un pesante colpo psicologico che potrebbe essere determinante sullo stato mentale degli ospiti e sul proseguio di una serie, che rispetto alla vigilia rimane però ancora apertissima.

I numeri della sfida

Le quote però continuano sulla loro linea a favore di Golden State, il cui successo è ancora segnato a un irrisorio 1.11. Il colpaccio di Cleveland invece arriva fino a 6.50.

Consigli scommesse

Matteo Sfolcini
@BetStarsit in Basket